header image
 

Charlie Hebdo? Due foto del numero di oggi. L’imam di Londra: “Chi offende Maometto deve morire”

Pubblico due foto di Charlie Hebdo, non perché le condivido, ma per essere solidale con chi ha saputo tornare a lavoro dopo il tragico attacco di qualche giorno fa. E perché sono nato libero e libero vorrei morire. Non è possibile che il mondo occidentale si faccia intimidire da gente come l’imam di Londra Anjem Choudary che, nel corso di una puntata di Piazza pulita, ha detto due o tre cose infami, eccole:

“Su quello che è successo a Parigi il Corano è molto chiaro: chiunque insulti il profeta deve morire. Io credo che andrebbe processato secondo la Sharia e, se condannato, giustiziato secondo la Sharia. Perché non imparate la lezione e basta? Questo è quello che dice l’Islam”.

L’obiettivo è Roma. “Quello che sappiamo dalle profezie del Messaggero – spiega l’imam – è che il giudizio non arriverà finché un gruppo della nostra comunità non conquisterà Roma. Non dovete avere paura”. Per Choudary, gli attacchi non cesseranno “fino a che voi non aprirete gli occhi e vi renderete conto delle vostre azioni la situazione non cambierà”.

L’imam ha anche ribadito che per lui la libertà d’espressione non esiste: “È Allah che ci indica cosa possiamo dire e non dire. Io sto parlando perché Allah mi ha creato e mi ha dato il permesso di dare il punto di vista islamico al mondo e voi non potete usare eufemismi come libertà d’espressione e di parola per coprire azioni di provocazioni come quelle che stava facendo quel giornale da anni”.

Sono un laico, quindi pubblico.

~ di folgore.orru on 14 Gennaio 2015.

I commenti sono chiusi