header image
 

“Charlie”? “Meglio le democrazie imperfette alle dittature perfette”

Stamattina, durante il battage radio, web e tivù, mi sono chiesto: io sono “Charlie”? La risposta, in effetti, non è fluita spontanea: non tutti i capi di stato che hanno partecipato alla marcia di Parigi sono compatibili con le mie idee politiche. Nondimeno, sono di sicuro “Charlie”, se “Charlie” rappresenta la libertà di stampa. L’assassinio dei redattori del settimanale satirico, al di là del pessimo gusto di alcune vignette, ha consolidato una mia convinzione: nonostante i molteplici difetti, preferisco le democrazie imperfette alle dittature perfette.

~ di folgore.orru on 12 Gennaio 2015.

I commenti sono chiusi